Skip to main content

Disaster recovery & Backup

Disaster recovery e Business continuity: la chiave per affrontare le crisi con successo

Il salvataggio dei dati della tua azienda ti permette di non correre alcun rischio di perdita del tuo lavoro quotidiano e, di conseguenza, di mesi e anni. Una qualsiasi causa esterna o interna che possa portare alla potenziale perdita di dati non è un problema se hai attivato meccanismi di backup e disaster recovery.
disaster recovery concept

Guasti meccanici, errori umani o azioni malevole perpetrate da terzi possono minacciare la sicurezza dei tuoi dati e determinarne una perdita permanente. Questa è una questione di Sicurezza Informatica.

Cosa si intende per disaster recovery?

Se il concetto di backup dei dati è molto più immediato, quando parliamo di disaster recovery la questione si infittisce. Con disaster recovery intendiamo l’insieme delle misure tecnologiche e logistico/organizzative atte a ripristinare sistemi, dati e infrastrutture necessarie all’erogazione di servizi di business, a fronte di gravi emergenze che ne intacchino la regolare attività. Possiamo dire, semplificando, un backup di tutta la tua infrastruttura IT

Il Disaster Recovery (DR) e la business continuity, invece, sono concetti strettamente correlati ma distinti. Il DR si concentra principalmente sul ripristino dei sistemi e dei dati IT in seguito a un disastro. D’altra parte, la business continuity riguarda il mantenimento delle operazioni aziendali in corso in qualsiasi situazione, inclusi eventi catastrofici. Il DR è una componente cruciale della business continuity, poiché contribuisce a garantire che l’azienda possa continuare a operare anche durante una crisi.

Quali sono gli obiettivi del Disaster Recovery?

Gli obiettivi principali del Disaster Recovery sono:

  • Minimizzare il tempo di inattività: ridurre al minimo il periodo in cui un’organizzazione non è in grado di operare normalmente dopo un incidente.
  • Proteggere i dati critici: garantire la conservazione e l’integrità dei dati aziendali vitali.
  • Ripristinare la funzionalità: riportare in funzione i sistemi e le applicazioni critiche il più rapidamente possibile.
  • Mantenere la conformità: assicurare che l’organizzazione continui a rispettare le normative e le leggi applicabili anche durante un’emergenza.

Cosa concerne la procedura di recovery?

La procedura di recovery nel contesto del Disaster Recovery riguarda il processo di ripristino delle operazioni aziendali normali. Ciò include:

    1. Identificazione delle priorità: determinare quali sistemi e dati devono essere ripristinati per prima e in che ordine.
    2. Ripristino dei dati: recuperare e ripristinare i dati da backup affidabili e recenti.
    3. Ripristino delle applicazioni: riportare in funzione le applicazioni aziendali critiche.
    4. Test e validazione: verificare che i sistemi ripristinati funzionino correttamente.
    5. Ripristino dell’accesso: consentire ai dipendenti e agli utenti di accedere nuovamente ai sistemi.

In quale processo rientra il piano di Disaster Recovery?

Il piano di Disaster Recovery è una parte fondamentale del processo di gestione della continuità aziendale (BCM – Business Continuity Management). Il BCM comprende l’identificazione dei rischi, la pianificazione di emergenza, la risposta alle crisi e il ripristino delle operazioni. Il Disaster Recovery è specificamente focalizzato sul ripristino dei sistemi informatici e dei dati critici durante una crisi.

Dove salviamo tutti i dati della tua azienda? Ti riserviamo uno spazio virtuale all’interno dell’ambiente attivo presso uno o più server in uno dei data center a cui Noratech si appoggia. Sarà quindi possibile replicare dati e applicazioni di un’azienda presso l’infrastruttura virtuale e garantire la “sostituzione” nel caso di interruzione delle attività del data center primario a causa di eventi catastrofici, errori umani, sabotaggi o attacchi cyber.

Articoli che parlano di
Disaster recovery & Backup